Monthly Archives: gennaio 2018

Tra poco voteremo per le parlamentarie del Movimento 5 Stelle.
Credo che il Movimento 5 Stelle si trovi in una fase importante: da un lato, giustamente deve garantire quel rinnovamento dei cittadini nelle istituzioni che è sempre stato un obiettivo cardine del nostro Movimento; dall’altro è importante non disperdere il bagaglio di conoscenze e il lavoro svolto sinora da coloro che sono entrati nel 2013, come me.
Questo mandato da parlamentare mi ha fatto appassionare alle istituzioni: mi ha dato la conferma che il problema non sono il Parlamento, la Regione o il Comune in sé, ma chi risiede in quelle istituzioni.
È stata un’esperienza molto impegnativa e al tempo stesso bellissima. Portare avanti l’impegno seriamente significa trovarsi a studiare pile di carte, approfondendo e provando a riportare tutto nella dimensione quotidiana. Ma significa anche ottenere soddisfazioni che ripagano abbondantemente: abbiamo portato in Parlamento e nella politica temi che altrimenti non sarebbero mai stati affrontati, basti vedere che anche altre forze politiche ora parlano di un tetto massimo di mandati e di avere la fedina penale pulita!
Inoltre sono orgogliosa, come credo tutti i miei colleghi, di aver dimostrato che la politica può essere fatta in modo diverso, anche senza fare spese folli e percependo metà dello stipendio stabilito: è così che invece di versare 154mila euro nel mio conto corrente, questi soldi li ho versati nel fondo di garanzia per le piccole e micro imprese.
Ma forse l’aspetto più significativo e gratificante di questa esperienza è stato il fatto di essere stata una Portavoce. Cioè di aver portato la voce di chi vive i problemi sulla propria pelle, facendo da megafono.

Questi sono alcuni degli elementi che meglio possono riassumere gli ultimi 5 anni e che mi hanno fatto riflettere rispetto a una scelta che ho deciso di fare solo dopo essermi confrontata con chi in tutto questo tempo m’ha appoggiata e sostenuta nel ruolo di portavoce: ho deciso di ricandidarmi per le parlamentarie del Movimento Cinque Stelle.
In bocca al lupo a ognuno di noi!