DISSESTO IDROGEOLOGICO, BENEDETTI (M5S): DECINE DI MIGLIAIA DI PERSONE A RISCHIO MA INTERVENTI IN COLPEVOLE RITARDO

“In Veneto decine di migliaia di abitanti vivono in zone a rischio, ma come in buona parte d’Italia la prevenzione dei disastri continua a rimanere solo sugli slogan.”

A sostenerlo la deputata Silvia Benedetti del Movimento Cinque Stelle, più volte già intervenuta sul tema per denunciare come lo spregiudicato maltrattamento del territorio consentito largamente in questa regione non facesse che compromettere ulteriormente l’ambiente e con esso la sicurezza dei cittadini.
“Cosa potrà succedere in molte altre città d’Italia qual’ora si verificasse un fenomeno atmosferico simile a quello abbattutosi su Livorno ?” Si chiede la deputata. “Lungi da me dal voler creare allarmismo, ma ci troviamo di fronte a dati che parlano chiaro rispetto a questi seri problemi che in tutto il Paese continuano ad essere rimandati o solo parzialmente affrontati. In uno degli ultimi report pubblicati dall’Istat appena qualche settimana fa viene infatti tra gli altri indicato il numero di abitanti, comune per comune, che vivono in aree con pericolosità idraulica. A Livorno, dove le eccessive precipitazioni hanno provocato morte e distruzione, sono meno di 8.000 le persone che, secondo lo studio, vivono in zone con pericolosità media o elevata, il 5% della popolazione totale. Nel solo comune di Padova circa 84.000 persone, il 40% degli abitanti, vivono nelle medesime condizioni.
“A fronte di una situazione del genere -prosegue Benedetti- che annovera il Veneto tra le Regioni più a rischio, non può che farci preoccupare l’enorme ritardo sugli interventi che dovrebbero servire a garantire maggior sicurezza a quelle centinaia di migliaia di abitanti che continuano a vivere in zone pericolose.”
“In Veneto dei 238 interventi segnati sul Piano Italiasicura aggiornato al 2017, solo 20 possiedono un progetto esecutivo. Solo 20 progetti potrebbero dunque partire approfittando del finanziamento attivato dal Governo, dal momento che affinché l’opera sia cantierabile e autorizzata ad accedere al fondo disponibile occorre il progetto esecutivo. Per dirla in altro modo, interventi per 26.650.400 € a fronte di un totale di 1.982.300.000 € previsto per tutti gli interventi già indicati sul Piano.”
“E’ evidente che Regione ed enti locali sono in colpevole ritardo, con progetti ancora in fase preliminare o di studio di fattibilità rispetto a situazioni critiche ormai da tempo, opere importanti delle quali non si può, come succede ormai per prassi in questo Paese, parlare seriamente solo dopo che son successi i disastri.”
“Come per molte altre zone del Veneto -insiste la portavoce pentastellata- anche per la provincia di Padova esistono fin troppi esempi. A Bovolenta, finita completamente sott’acqua nell’ormai lontano 2010, la parte più consistente della “messa in sicurezza dell’abitato” per 1.6 milioni è ferma al progetto definitivo. Il progetto per la “difesa idraulica” dell’area tra Montegrotto e Selvazzano, colpita da numerosi allagamenti nel 2014, è appena alla fase di progetto preliminare come nel caso di Padova città, dove come predetto circa 84.000 persone vivono in zone a pericolosità media o elevata, e progetti per circa 37 milioni sono poco più che avviati.”
“Non occorre sottolineare come le responsabilità vadano spartite tra chiunque ricopra un ruolo di governo sul territorio -conclude Benedetti. E oggi più che mai, nell’ennesimo momento in cui in questo Paese ci si trova a commentare disastri ambientali avvenuti, questi signori hanno il dovere d’impegnarsi subito e prioritariamente.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...