No al centro commerciale, l’ennesimo sfregio di un territorio meraviglioso

 

I centri commerciali sono una scelta sempre più anacronistica, un modello sempre più in declino, così come anacronistica e folle è l’idea di continuare a cementificare questo Paese…
Eppure c’è chi ha deciso di costruire un centro commerciale che consumerà oltre 32.000 mq di suolo vergine per 12 metri d’altezza…
Il tutto a ridosso del Parco dei Colli Euganei, in una delle province d’Italia col più alto tasso di cementificazione, di fronte a un meraviglioso castello del XVI secolo.

Tutto questo perché? Che vantaggi porterà alla comunità?
Perché rischiare di compromettere l’economia locale, creare dell’inutile traffico, consumare territorio, deturpare in questo modo un paesaggio!?
Nel 2017 un’impresa dovrebbe essere anche etica, e il suo profitto non dovrebbe prevalere sull’interesse sociale complessivo di un’intera comunità!

Noi ci opporremo in ogni modo a questo scempio!
E lo faremo insieme a tutti coloro che hanno a cuore questo territorio e le sue ricchezze, molto più belle di un cubo di cemento pieno di negozi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...